"C'è chi crede in dio o nel denaro. Io credo nel cinema, nel suo potere. L'ho scoperto da ragazzino, mi ha aiutato a fuggire da una realtà in cui ero infelice. È una delle forme d'arte più alte che l'uomo ha concepito. Credo nel suo futuro."
(John Carpenter)

domenica 16 marzo 2014

6 anni nel Nido

6 anni nel Nido

Un vecchio adagio vuole il settimo anno come quello della crisi, ma magari qualcuno avrà pensato che qui si sia anticipato al sesto, visti i pochissimi aggiornamenti degli ultimi mesi. La ricorrenza consueta del “compleanno” mi permette di rassicurare gli animi: non si chiude bottega, è solo un fisiologico periodo di calo dovuto agli impegni. Scrivere di cinema è sempre ciò che mi piace e continuerò a farlo anche qui, per gioco e per passione. A giorni dovrei pubblicare qualche pezzo, riprendendo i percorsi sul cinema australiano, su Hitchcock e su John Carpenter.

Meno probabili nuovi aggiornamenti sul cinema contemporaneo: non perché non si stiano vedendo cose ottime, anzi! Il periodo fecondo di visioni degne di nota continua senza sosta, è solo un problema di organizzazione del lavoro. Allo stato attuale il presente è l'argomento di maggior dibattito sulle altre testate con cui collaboro, dunque per il momento il Nido avrà un sapore più "retrospettivo", ma come sempre non mancherà l'occasione di qualche fuori programma.

Nel frattempo, ringrazio come di consueto tutti quelli che seguono questo spazio e, magari, aspettano gli aggiornamenti. L'importante è avere sempre fiducia nel cinema, e quello è l'unico linguaggio che da queste parti si continuerà a parlare.

Nota a margine: in effetti ero personalmente convinto di tagliare davvero il traguardo del settimo anno stavolta! Prendetela così, evidentemente sono già proiettato in avanti!

Collegati:

2 commenti:

myers82 ha detto...

un super augurio fratellone e sempre complimenti per il blog che è uno dei più ganzi della blogsfera ;-)

Davide Di Giorgio ha detto...

Grazie Fabio :-)