"C'è chi crede in dio o nel denaro. Io credo nel cinema, nel suo potere. L'ho scoperto da ragazzino, mi ha aiutato a fuggire da una realtà in cui ero infelice. È una delle forme d'arte più alte che l'uomo ha concepito. Credo nel suo futuro."
(John Carpenter)

mercoledì 14 maggio 2014

Godzilla, di Gareth Edwards

Godzilla, di Gareth Edwards


No, non è uno scherzo, ho effettivamente visto in anteprima (e apprezzato) il nuovissimo Godzilla di Gareth Edwards, ma la recensione arriverà più in là: poiché ho in programma un altro paio di visioni, meglio aspettare e fare un'analisi meno istintiva e più meditata, non trovate? E allora perché anche solo accennarne? Perché so già che, diversamente, sarei bombardato di domande (L'hai visto? Quando ne scrivi? Proprio tu che hai scritto un libro non l'hai visto per primo? Eccetera) e dunque meglio mettere le proverbiali mani avanti.

Non vi lascio a bocca asciutta, comunque, una mia recensione di anteprima (semplice e senza particolari spoiler) la potete leggere su Fantaclassici. Qui ci aggiorniamo più avanti per quella più analitica, dopo che il film sarà diventato di "dominio pubblico".

4 commenti:

myers82 ha detto...

cavolo dav, ho l'hype a mille, ma quando dici che

SPOILER

Godzy è il buono della situazione un po mi cascan le braccia, io speravo che invece fosse cattivo al massimo, non come quello handicappato e bonaccione del filmaccio di Emmerich, cioè buono buono??? o "buono" nel senso che magari è meno bastardo dell'altro mostro??? dimmi che un po di cattiveria ce l'ha altrienti salto la visione XDXD

Davide Di Giorgio ha detto...

No, che salti? Vallo a vedere. Ma il vero cattivo è l'antagonista. Godzilla è comunque forte e ruggente :-)

myers82 ha detto...

no scherzo, ovvio che vado, però che palle, volevo lui come cattivone

myers82 ha detto...

uhm, mi ha un po deluso, non solo x il fatto che è buono, ma anche x altro, entro oggi scrivo la rece e mi spiego meglio.
Non che sia brutto eh, però mi aspettavo di più